Sfidando e ballando vip contro vip

Sabato sera è stata una sfida vera, vip contro vip, ma anche una sfida tra le idee e le opinioni tra i giudici: al mio fianco sinistro pensavano in un modo e al mio lato destro nel modo completamente opposto, io in mezzo a sfidare me stessa e a discutere da sola le mie idee. Una confusione totale di diversi punti di vista.

Ballando con le stelle è stato originato da “BALLROOM DANCING”, tradotto Ballo da Sala, ma effettivamente in Italia si chiama Danza Sportiva. Da anni nel mondo del ballo si discute: “Il ballo è un’arte o uno sport?”, questa diatriba ha spaccato il mondo della danza a metà e tutto dipende dal punto di vista con cui lo si vuole e può vedere, dipende dalla cultura di ogni individuo.

La mia opinione sinceramente è che IL BALLO SIA UN’ARTE CON UNA PREPARAZIONE ATLETICA, MA RESTA ARTE. Quando qualcuno inizia ad avvicinarsi al mondo della danza per la prima volta, sicuramente non gli sembrerà una cosa artistica, ma piuttosto molto meccanica e scolastica. Man mano che si va avanti, dipende dal traguardo, cambia poi il metodo di lavoro e si può arrivare o a un alto livello artistico o si può mantenere un livello hobby/agonistico sportivo.

Il mondo del ballo è governato da regole per le gare e diversi livelli ed età. Questo è lontano dal formato di BCLS. Abbiamo un DRESS CODE (regole su come ci si deve vestire) che dipende dalla categoria, ma anche questo non centra con BCLS.

Anche se c’è un certo percorso da seguire per ottenere risultati a lungo termine, iniziando dalla base pura, dalla postura, dalla tecnica e da altri principi importanti, per i quali naturalmente ci vogliono anni, QUESTO NON SUCCEDE A BCLS, perché i concorrenti hanno solo 10/14 giorni di preparazione prima dello spettacolo e devono imparare ben due balli.

Chi sa qualcosa di ballo sa che è quasi impossibile ottenere alti livelli in poco tempo, ma ogni tanto troviamo qualche fenomeno che impara subito.

Fino ad adesso i VIP di BCLS hanno fatto solo sei settimane e hanno già imparato sei balli, un ballo a settimana. Per me questo è un miracolo! Sta alla discrezione di ogni insegnante scegliere il giusto approccio e metodo per il suo VIP, da imparare al più presto possibile e da presentare davanti a milioni di telespettatori in diretta. COMPITO PER NIENTE FACILE.

Ma grazie a BCLS, il team di Milly Carlucci porta un bel messaggio al popolo in tutto il mondo: quello che il ballo sia alla portata di mano di qualsiasi persona e a qualsiasi età.

Torniamo alla gara di Sabato sera e alla polemica che è venuta fuori riguardante Anna Oxa e gli altri concorrenti. Chi è pro Oxa e chi non lo è.

Quando si giudica, si valuta il ballo con i principi e presentazione, non la persona stessa, non se è simpatica o antipatica, sia a BCLS sia nelle varie gare di ballo per il mondo, anche sappiamo tante volte succede che si vada sul personale.

Ogni VIP ha fatto progressi e miglioramenti in modo diverso, sempre in base alle loro capacità e al tempo dedicato alle lezioni e allenamenti.

C’è la discussione riguardante le scarpe o la mancanza di scarpe. Devo solo dire che io mi auguro che Anna metta le scarpe da ballo con i tacchi di minimo 70 mm, perché cambia completamente il modo di ballare. Scalzi, se si mettono i piedi male, si riesce a recuperare facilmente senza disturbare la parte centrale e superiore del corpo, ma con un tacco alto si rovinerebbe tutta la parte artistica.  Sempre parlando delle scarpe, perché nessun altro VIP ha pensato di fare la stessa cosa, toglierle e ballare scalzi? O di cambiare i vestiti e mettere qualcosa di diverso? Sono scelte. E se la scelta presa è stata “restiamo come siamo”, nessuno deve lamentarsi.

Poi un altro argomento riguarda la coreografia: si dice che non sia il tradizionale BALLO in questione. Io vi metto qualche link del mondiale del WDSF free style e sicuramente vi farò cambiare idea. Sono coppie di massimo livello di DANZA SPORTIVA che fanno una cosa più artistica e si spingono ai limiti della loro disciplina… Nessuno ha detto che fosse scandaloso!

Questa settimana mi limito ai miei commenti di sopra, non voglio commentare ogni individuo, ma magari se leggete questo e vedete i video, potrete capire cosa vogliono far vedere al pubblico.

Il ballo è di 360 gradi e ricordarlo con una mente più aperta fa già miracoli in poco tempo.

Carolyn